4

Il climatizzatore consuma molto carburante

Dopo l’uso smontare sempre il portabagagli Risparmiate con il tempomat – anche nei centri abitati

Raffreddare solo da 18° e approfittare.

Quando fa caldo, il climatizzatore è piacevole. Inoltre, mantenere il sangue freddo consente di guidare in maggiore sicurezza.

Il climatizzatore consuma tuttavia molto carburante, anche quando la temperatura esterna è inferiore a quella interna. Non abbassate inutilmente la temperatura, riducete piuttosto i vostri consumi: se possibile, spegnete il climatizzatore non appena la temperatura esterna scende sotto i 18° C. Così risparmiate denaro ed emettete meno CO2. Eccezione: in caso di freddo e umidità, utilizzate il climatizzatore per deumidificare l’aria e quindi per spannare il parabrezza. La sicurezza prima di tutto.

La regola di base è semplice: disattivate il funzionamento in automatico del climatizzatore, e a una temperatura esterna sotto i 18° C spegnetelo del tutto. A temperature basse usatelo solo per spannare il parabrezza. Con questi accorgimenti ridurrete il vostro consumo di carburante fino al 5%.

Il climatizzatore raffredda l’aria esterna fino a 3° C. Ciò consuma circa il 5% di carburante. Solo a questo punto, l’aria viene nuovamente riscaldata alla temperatura interna desiderata.

Anche in estate: mantenete il sangue freddo.

Quando, in estate, la vostra auto si è surriscaldata, arieggiatela bene prima di salire a bordo. Aiuta, poi, viaggiare un paio di minuti a finestrini completamente abbassati – senza climatizzatore, ma con la ventilazione accesa. Accendete il climatizzatore solo quando fa veramente troppo caldo. 

Quando si viaggia in un centro abitato tra i 18° C e i 25° C, basta la ventilazione o tenere i finestrini aperti. Fuori dai centri abitati a queste temperature si possono usare ventilazione e climatizzatore.
Quando il termometro sale otre i 25° C, chiudete i finestrini e accendete il climatizzatore, anche nei centri urbani. Infatti anche qui vale: la sicurezza prima di tutto. E per questo occorre mantenere il sangue freddo. Non è necessario simulare una nuova era glaciale. Mantenete bassa la differenza tra temperatura interna ed esterna. La temperatura ideale sulla testa sono 23° C.

Viaggiare bene, restare sani.

Dirigete gli ugelli dell’aria sopra e non direttamente sul corpo, per evitare raffreddori. Fate attenzione anche agli intervalli di manutenzione del climatizzatore. Per evitare accumuli di agenti infettivi, i filtri vanno sostituiti periodicamente.